Il ruolo delle HR nei periodi di crisi

hr managementL’andamento economico degli ultimi anni ha impattato in maniera forte sulle aziende che per poter sopravvivere hanno dovuto razionalizzare tutti i costi aziendali senza, purtroppo, poter escludere quelli legati alle risorse umane.

Nonostante i costi per il personale rappresentino una componente rilevante nelle voci di bilancio, le aziende cercano di evitare ristrutturazioni dei costi che passano attraverso licenziamenti di massa. Infatti, le conseguenze di questo tipo di operazioni sono molto rilevanti e rappresentano la last chance per le imprese. Nel corso degli ultimi 4 anni, i tassi di occupazione dei paesi industrializzati sono diminuiti e molte aziende sono state costrette a ridimensionare il personale.
Ma al fine di poter gestire al meglio l’ottimizzazione dei costi legati al personale e permettere un risparmio aziendale è necessario rivolgersi alle competenze dei professionisti HR.

In questo modo la funzione HR diventa l’artefice della progettazione dei processi della gestione delle risorse umane che può da un lato fornire una riduzione dei costi e dall’altro poter valorizzare i dipendenti e migliorare le performance aziendali.

La lista che segue non ha la presunzione di essere esaustiva ma vuole fornire spunti di riflessione e di dibattito cercando di individuare quali fasi del processo HR possono essere ottimizzati  per valorizzare la più preziosa delle risorse aziendali: i collaboratori.

- Employer branding. si può migliorare quest’aspetto col risultato di ridurre i costi di turn-over e trattenere i migliori talenti all’interno dell’azienda. Nei progetti di employer branding l’utilizzo delle tecnologie digitali si sta diffondendo sempre di più. Creare pagine aziendali ufficiali nei principali social network è diventato un must e creare buzz tra i job seeker è l’obiettivo di quest’attività che permette di gestire al meglio la reputazione.

- Team Building. I business game possono essere un ottimo strumento (e non l’unico) per le attività di team building che  permettono di migliorare lo spirito di appartenenza al team e all’azienda. Queste attività contribuiscono ad avere squadre fortemente motivate e orientate agli obiettivi.

- Favorire lo scambio di conoscenza. Il know-how è il vantaggio competitivo delle imprese pertanto  condividere conoscenze specialistiche significa moltiplicare le capacità di generare valore. La tecnologia viene subito a supporto di queste funzioni. Ad esempio sono molto diffusi i server aziendali sui cui vengono condivisi i “wiki” e altre conoscenze specialistiche. In questo modo le imprese mettono a disposizione di tutti i dipendenti le conoscenze necessarie per risolvere problematiche comuni.

- Premiare i dipendenti migliori. Sulla base del raggiungimento degli obiettivi aziendali è possibile costruire modelli retributivi incentivanti che premiano i dipendenti che producono le performance migliori.  Certamente il management deve stabilire obiettivi importanti ma non impossibili da raggiungere. Gli obiettivi challenging sono la soluzione: quelli che permettono al lavoratore di raggiungere nuovi traguardi e di crescere in termini di competenze e capacità.

Secondo te quali possono essere i punti di forza le aziende devono sviluppare in questo periodo di incertezza economica?

Un pensiero su “Il ruolo delle HR nei periodi di crisi

  1. puntare sulle risorse umane è decisamente la scelta vincente. Le professionalità dell’azienda sono quelle che possono dare rendimenti elevatissimi se opportunamente stimolate. Questo significa valore aggiunto per le imprese che si traduce in vantaggio competitvo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 − = sei

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>