Social Media Recruiting: esempi virtuosi su Facebook

branding

 

Chi di noi non segue su Facebook la pagina di quella azienda che pubblica video interessanti e offerte di lavoro giornaliere o di quella che semplicemente ci ricorda alcuni prodotti di quando eravamo bambini?!

 

 

 

La presenza delle aziende sui Social Network e in particolar modo su Facebook è diventata ormai tanto comune da non destare in noi particolare stupore, anche se fino a pochi anni fa né i colossi internazionali né tanto meno le piccole società erano così attive sui Social. Una ricerca del 2013 di eCircle sottolinea come di fatto ben il 77% delle aziende oggi faccia uso dei Social Media.

 

Ma cosa è cambiato?

 

Uno degli obiettivi fondamentali, se non l’obiettivo per eccellenza, della presenza delle aziende sui Social Media è senza ombra di dubbio migliorare il proprio Employer Branding, reinventando e rafforzando il proprio marchio online per attrarre i migliori talenti.

 

Per vincere la cosiddetta “guerra dei talenti” non basta di fatto sviluppare brillanti, ma tradizionali tattiche di reclutamento: bisogna mettere in atto, con modalità coraggiose, nuove dinamiche volte ad attirare, sviluppare e trattenere le risorse di qualità. Creare una proposta di valore vincente per i propri dipendenti, che renda l’azienda particolarmente attraente per i nuovi talenti, i potenziali candidati ad una determinata posizione, diventa quindi uno dei fattori trainanti dell’Employer Branding.

 

Le modalità attraverso le quali raggiungere questo obiettivo sono molteplici: da un lato troviamo quelle più tradizionali, che spesso mirano a costruire e sviluppare l’immagine aziendale sul mercato interno, contribuendo alla retention, ossia alla fidelizzazione dei dipendenti; parliamo ad esempio dell’utilizzo della propria esperienza lavorativa, del coaching e del mentoring per coltivare il potenziale dei propri manager e rafforzare il pool di talenti interni. Dall’altro lato, troviamo invece metodologie più innovative, rivolte normalmente all’esterno, che hanno l’obiettivo di attrarre, selezionare e reclutare i talenti da scoprire e da formare. In quest’ottica le aziende decidono oggi di passare dalle semplici campagne pubblicitarie di recruiting, all’impostazione di una vera e propria strategia di reclutamento a lungo termine.

 

Facebook LIke

 

Nell’era Digital Social è possibile sviluppare queste strategie anche attraverso i Social Network. E se è vero che gli utenti di Facebook, in Italia, sono quasi 25 milioni, ecco che gli esempi di aziende che gestiscono con successo il proprio Employer Branding attraverso le proprie pagine Facebook, diventano un modello da seguire.

 

 

PROCTER & GAMBLE

 

Prima tra tutte è sicuramente P&G, multinazionale americana specializzata nella produzione di beni di consumo, che nella propria pagina Facebook, dedicata alle carriere, ci tiene a sottolineare “We hire the PERSON, not the position.” Ed è esattamente sui propri dipendenti che fonda la propria cultura aziendale, e lo fa postando video brevi nei quali il personale della multinazionale, singolarmente, racconta agli altri un po’ di sé, chi è, quali sono i suoi hobby, da quale realtà proviene. Di fatto, incoraggiare i propri dipendenti a stabilire e mantenere una presenza sui Social Media che rifletta la loro attitudine nei confronti del proprio lavoro può aumentare enormemente l’orgoglio rispetto a ciò che essi si impegnano a portare a termine ogni giorno sul posto di lavoro. L’identità virtuale delle persone, sviluppata all’interno dei Social Media, sta sempre più convergendo con l’identità della “vita reale” e farsi portatore della propria professione accresce il senso di appartenenza aziendale, oltre ad attirare le risorsi migliori presenti sul mercato. Un’indagine Aon Weit del 2013 sottolinea addirittura come strategie e attività di coinvolgimento dei dipendenti aiutino le organizzazioni a reagire all’acuirsi della crisi economico-finanziaria in atto.

 

UNILEVER

 

Anche Unilever, multinazionale anglo-olandese proprietaria di molti tra i marchi più diffusi nel campo dell’alimentazione e dei prodotti per l’igiene e per la casa, ha saputo sfruttare al meglio la propria pagina Facebook dedicata alle carriere, per sviluppare la propria cultura aziendale ed essere attrattiva sul mercato dei talenti. Unilever Careers racconta ai propri fan e potenziali candidati – che ammontano quasi a 400.000 – di come sostenga Save the Children e di come stia sviluppando il proprio Sustainable Living Plan (USLP). Il porre un’attenzione particolare alla diversità e alla responsabilità sociale rappresenta un elemento motivante per i dipendenti e attraente per i candidati; inoltre queste azioni aumentano notevolmente l’appeal sui consumatori e sui pubblici istituzionali con i quali l’azienda si interfaccia.

La capacità dell’azienda di richiamare le risorse migliori, è incrementata anche dai contenuti che descrivono il clima aziendale, le prospettive di carriera, le retribuzioni, i benefit e la crescita professionale all’interno dell’azienda. A comprova di ciò, Unilever illustra le opportunità di sviluppo dei dipendenti, i vantaggi di cui questi possono godere e il clima informale che si respira all’interno dell’azienda. Insomma, chi non farebbe di tutto per lavorare con loro?

 

MICROSOFT

 

Un altro esempio vincente?! Microsoft, una delle più importanti aziende d’informatica del mondo, ha creato la propria pagina Facebook Microsoft Careers, seguita da quasi 175.000 fan, i quali commentano post, condividono informazioni e, in generale, contribuiscono alla diffusione della cultura aziendale del colosso americano. Oltre ai post tradizionali che evidenziano l’impegno sociale dell’azienda, Microsoft mette in luce le qualità positive del proprio ambiente di lavoro, dove i dipendenti hanno a disposizione diverse possibilità culinarie per il pranzo e si divertono giocando una partita di baseball durante la pausa pranzo in un soleggiato pomeriggio di Settembre – con tanto di foto allegata. E Microsoft non appare nemmeno banale quando pubblica l’esperienza fotografica degli stagisti che hanno svolto un periodo di tirocinio presso di loro, dimostrando il valore che l’azienda dà ad ogni singolo collaboratore.

 

TALENT MANAGER

 

Anche Talent Manager è attiva sulla propria pagina Facebook. Oltre a postare quotidianamente offerte di lavoro interessanti, stimola i fan nella lettura di articoli inerenti tematiche di estrema attualità relative al mondo del lavoro, compreso l’andamento dell’economia e le novità in ambito legislativo. Ma soprattutto dialoga con i propri fan: risponde alle loro richieste d’informazione e dà consigli utili su come comportarsi nella stesura del proprio curriculum o durante un colloquio di lavoro ad esempio. L’obiettivo, oltre ad accrescere la propria presenza sui Social, è sicuramente anche quello di fornire un valido supporto per tutti coloro che sono alla cerca di un’occupazione.

 

Ogni strategia, anche se con sfumature diverse, punta a creare la cultura di un employer attento alle esigenze dei propri dipendenti e che concede profonda fiducia alle proprie risorse, consapevole del fatto che sono proprio queste ultime a dare valore al business.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 + = diciassette

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>